25 Febbraio: CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B - Ventiduesima Giornata: CDM FUTSAL GENOVA-OLIMPIA REGIUM 2-6 (pt 1-3) CDM FUTSAL GENOVA: 1 Centonze, 2 De Iesus, 3 Sabatino, 4 Abedini, 5 Musante, 6 Lombardo A., 7 Offidani, 8 Sorio, 10 Cattani, 11 Solani, 12 Sacco, 23 Quirant Vera. All. Lombardo M. OLIMPIA REGIUM: 1 Macchioni, 3 Caroli, 4 Anzivino, 5 Parutto, 6 Merola, 8 Beatrice, 9 Hiroto, 10 El Gachi,  11 Kodra, 15 Ruggiero, 22 Halitjaha, 23 Nutricato. All. Anzivino/Margini. Reti: pt Quirant Vera (G), Ruggiero (OR), El Gachi (OR), El Gachi (OR); st Ruggiero (OR), Ruggiero (OR), Ruggiero (OR), Offidani (G). Arbitri: Turini di Pontedera e Coviello di Pisa (Crono: Muzio di Chiavari). Note: ammoniti Solano, De Iesus, Lombardo A. Falli pt 4-1, st 3-1. Commento: L’Olimpia Regium torna alla vittoria sbancando Genova e conquistando tre punti fondamentali nella lotta salvezza. Alla prima occasione i liguri passano in vantaggio con Quirant Vera al termine di una bella azione collettiva, mentre dall’altra parte Ruggiero centra un palo clamoroso. Il “killer”, però, si rifà poco dopo e, con una doppia conclusione, trova l’1-1 battendo Centonze. L’Olimpia Regium capisce che è il momento per premere sull’acceleratore e lo fa con l’uno-due di El Gachi che, servito due volte magistralmente dal già citato Ruggiero, mette due reti tra le due formazioni. Nella ripresa Nutricato salva più volte il risultato, col CDM Genova che chiude il team reggiano nella propria metà campo ma senza riuscire a trovare la via della rete; l’1-4 è la fotocopia del primo, con Ruggiero che si fa respingere la prima conclusione dal portiere per poi freddarlo sulla ribattuta, a quel punto i padroni di casa giocano la carta del portiere di movimento ma lo scatenato Ruggiero li punisce in due occasioni rubando palla ed insaccando nella porta sguarnita. Nel finale il definitivo 2-6 è di Offidani, seguito dal legno di Beatrice che chiude definitivamente i giochi. Le rivali vincono tutte, ma l’Olimpia Regium risponde presente e, in attesa dell’esito del ricorso con la Mattagnanese, può guardare con serenità al prossimo futuro.